Blog-news


scroll

2016 - Pubblicati su GRABCAD alcuni progetti di ricerca sviluppati in passato.
Sono scaricabili e visionabili a qq. indirizzo:
Clicca qui

2014-2015 - Attività di RICERCA nel campo elettronico, studiando un dispositivo creato in collaborazione con un amico (Ing. Conte Angelo), e denominato WATCHDOG. Esso è progettato per monitorare l'invecchiamento degenerativo della maggior parte dei tessuti tecnici dedicati al mondo dello sport, in particolare aeronautici (paracadute, parapendio, imbracature di ogni genere, delta, mongolfiere, ecc) e acquatici (kite surf, wind surf, tutti i tipi e dimensioni di vele, ecc).
Wathdog è stato creato per proteggere la vita di persone che praticano sport, attraverso il monitoraggio di alcuni parametri vitali propri dei tessuti su cui è applicato.
Lo strumento è stato presentato in Francia (Nizza) durante la riunione ETSC (Comitato di formazione europea per la sicurezza del volo libero) nel Giugno 2014 ed è ora un prodotto maturo per il mercato. Sono in corso trattative commerciali con Community, e alcune società.
Per informazioni:

BLOG: Clicca qui
Paragliding Forum: Clicca qui
Free-Aero: Clicca qui
FIVL: Clicca qui


ghiva ghiva ghiva

2013-14– Attività di RICERCA applicata al settore AIRBORNE WIND ENERGY: Studio di macrofattibilità di un GENERATORE EOLICO d'alta quota di tipo GROUND GEN, basato sul ciclo YO-YO, MULTI TETHER. La tecnologia Airborne Wind Energy sta sviluppandosi velocemente. Questi sistemi saranno in grado di produrre energia pulita con un fattore di capacità doppia di un grande turbina eolica (il doppio delle ore di produzione), ottenuto con una struttura 20 volte più leggero ed economica. La mia sfida consiste nel proporre concetti inediti su un nuovo tipo di Ground Gen, di grande taglia (> 1 MW), potenzialmente in grado di risolvere i problemi dei progetti attuali. La letteratura sull'argomento AWE è ormai fortemente consolidata in tutto il mondo con studi e prototipi, tesi di laurea e ricerche scientifiche.
ATTIVITA' ESEGUITE: a) uno studio di fattibilità CAD del generatore; B) Lo studio relativo alla nuova ala bimodale semirigida. Stabiliti contatti con Ingegneri già qualificati nel settore AWE

ghiva

2012 – Start docenza di ERGONOMIA presso lo IED (Istituto Europeo Design) di Torino

2012 – Una citazione allo studio sull’ala carbo-kite, con relativa immagine allegata, è apparso sulla tesi di laurea in Ingegneria Meccanica dell’Ing. Antonello Cherubini (pag. 29) https://dl.dropbox.com/u/42447446/Rombla/Cherubini_Kite_Dynamics _and_Wind_Energy_Harvesting.pdf

2012-2013 - Collaborazione con Bertone Stile

Ghiva

2011 – SETTORE ENERGIE RINNOVABILI - Chiusura collaborazione progetto Kite Gen: a 17 mesi dallo start, qualche numero relativo al progetto in corso: oltre 3000 ore di progettazione CAD dedicate allo studio, realizzazione ed assemblaggio della prima macchina, varie centinaia di parti costruite e in fase di test, una seconda macchina in working, lo studio, gestione operativa del progetto e coordinamento ricercatori del laboratorio di Stoccarda SVM-TEC.de, di una nuova ala semi-rigida ad elevata efficienza, finalizzata alla generazione della massima energia dal vento in quota (http://kitegen.com/2012/03/13/carbo-kite/)” Ghiva

2010 – SETTORE AERONAUTICO: Collaborazione a termine con la Compact Compositi, sull'ULM ad alte prestazioni “Millenium Master, fratello gemello del Blachshape Prime” Ghiva

2010 – SETTORE AERONAUTICO: ELETTRO PARAMOTORE FOTOVOLTAICO: Questo progetto nasce con l’intento di comprendere quale è la soglia minima di potenza erogabile da un micro motore elettrico che, accoppiato ad un elica di grandi dimensioni, sia realmente utilizzabile sulla macchina volante solo apparentemente più semplice di tutte, il parapendio a motore. Tutto ciò è finalizzato a comprendere se il principale obiettivo è ad oggi tecnicamente raggiungibile: l’alimentazione data dall’energia solare, quanto meno per effettuare il volo livellato.
Ghiva
Ghiva


Ghiva


2009 – SETTORE AUTOMOTIVE: GENERATORE ARCHETIPI VEICOLO IN MODALITA' PARAMETRICO-ASSOCIATIVA (I.A.V) - Deposito SIAE N° 0205058


Scritto sia in Unigraphics che in CATIA V5, I.A.V. è un generatore di archetipi, ed è in grado di verificare rapidamente ogni genere di architettura veicolistica e di studiare da “0” l'impostazione di un veicolo. Finalizzato ad offrire una serie di servizi utili alla grande azienda od al Centro Stile intenzionato a fare ricerca, abbassando i costi per tali attività. Incluse in un unico prodotto le funzionalità proprie dei programmi ad oggi esistenti, con i seguenti vantaggi: un immediata percezione delle azioni causate della modifica di ogni singolo parametro. Un prodotto ricunfigurabile ed in grado di esser messo a punto sulle specifiche del cliente.

2008 – SETTORE AUTOMOTIVE: STUDIO NUOVO VOLUME DI STILE PER VETTURE MULTI SPAZIO
Ghiva

L’attività di studio e ricerca rappresenta il tentativo di dimostrare tecnicamente un concetto in cui credo: se si accetta una pianificazione del progetto che contempli maggiori investimenti, sarà forse possibile creare un prodotto nuovo, pur restando entro i confini imposti dai complessi scenari del processo di progettazione di una moderna autovettura. Ed in tale caso, sarà forse opportuno ridefinire le regole di valutazione economica di un progetto in un ottica più allargata.

Alcuni numeri: Lunghezza massima (L103) = 3460 mm; Larghezza massima (W103) = 1880-1900 mm; Num. Totale posti = N° 6, su due file (3+3) Volume bagagliaio filo cappelliera = 650 dm2 Volume bagagliaio filo super.padiglione = 1670 dm2

Alcuni numeri: Lunghezza massima (L103) = 3460 mm; Larghezza massima (W103) = 1880-1900 mm; Num. Totale posti = N° 6, su due file (3+3) Volume bagagliaio filo cappelliera = 650 dm2 Volume bagagliaio filo super.padiglione = 1670 dm2